Mauritius, Rodriguez e Reunion

Appunti di viaggio – Mauritius

Eden di profumi. Un soggiorno “tropical chic”, nell’Oceano Indiano, sull’isola di giada dove abbandonarsi al dolce relax.Qualcuno la chiama l’isola dell’armonia, armonia di profumi e sensi. Tra fragranze di vaniglia, banani e frangipane, i 330 km di costa danno il benevenuto ai turisti alla ricerca di natura al 100%: mare, giardini lussureggianti, ricca fauna. Situata nell’Oceano Indiano, Mauritius gode di un clima caldo tutto l’anno e vanta una delle spiagge nella top ten della classifica 2008 della Lonely Planet: Flic en Flac, una lunga lingua di sabbia orlata da canne da zucchero, sul lato occidentale dell’isola.A breve distanza c’è persino un casinò.Cullati dai venti alisei, non vi resta che scegliere la sistemazione più adatta per il soggiorno: si va dai resort lussuosi a sistemazioni spartane messe a disposizione dai nativi, che spesso affittano case e automobili per escursioni.Gli spiriti romantici fanno tappa a Pamplemousses, cittadina a nord, famosa per i giardini di Sir Seewoosagur Rangoolam.All’ombra di piantagioni di pompelmo, si è fermato il poeta francese Charles Baudelaire e innamorandosi di una fanciulla del posto le ha dedicato una lirica.Sempre all’interno, Mauritius è uno scrigno verde che si schiude agli appassionati di trekking. Le scarpinate più impegnative sono nella Réserve Forestière Macchabée e nel Black River National Park ma da provare anche le colline intorno Moka Town.Vi sarete così meritati un rinfrescante “lassi”, bevanda a base di yogurt e acqua fredda, o un “alouda”, infuso di agar, latte ed essenze.Abbandonando gli scarponcini, è tempo di concedersi un bel bagno, magari in un posto isolato.E così come per incanto un autobus che percorre la costa vi lascerà a Belle Mare, sul lato orientale, all’ombra di verdeggianti casuarine.Altre coste su cui crogiolarsi al sole o praticare sport, sono l’insenatura di Blue Bay a sud-est, meta molto amata dai windsurfisti e Cap Malheureux, il punto più a nord dell’isola che fronteggia Ile Ronde, dove vive il fetonte, lucertolone piatto tipico dei luoghi.Sempre a nord, c’è Trou aux Biches dove si arriva per il Blue Safari Submarine: un sottomarino porta a 30 metri di profondità per scoprire la barriera corallina.Se le emozioni sono troppe, meglio concedersi i trattamenti delle rinomate Spa dove le tecnologie più all’avanguardia si sposano con un lusso discreto.Regalatevi un massaggio a base di profumato Ylang-Ylang, per vincere lo stress e per avere una pelle rinata e luminosaLe beauty farm qui traboccano di proposte: massaggi shiatsu, ayurvedici, riflessologia plantare, talassoterapia, linfodrenaggio, senza trascurare fanghi e trattamenti con oli aromatici.Ma non andate via dall’isola senza una puntatina alla capitale.Port Louis, melting pot di culture, inebria con le fragranze di rum e spezie che si spandono dal mercato fra Farquhar e Queen Street o dal centro commerciale a Caudan Waterfront.Il paesaggio va dalle pagode cinesi, alla moschea di Jummah, fino alle cattedrali di St. Louis e St. James.E con le forze che restano lanciatevi nel sensuale ballo nazionale della séga a Le Clos St Louis Bar.

Documenti
Per i cittadini italiani è richiesto il passaporto valido per almeno 6 mesi e un biglietto aereo di ritorno o verso un’altra destinazione.
In alcuni periodi dell’anno grazie ad un accordo tra i Governi mauriziano e italiano, la carta d’identità potrebbe essere riconosciuta quale documento valido d’espatrio.

IMPORTANTE: cittadini di nazionalità diversa da quella italiana, dovranno comunicare la nazionalità all’atto della prenotazione per controllare se necessitano di visto d’entrata.
Idee per viaggiare non è responsabile per mancate partenze dovute a non valida documentazione personale.
Lingua
La popolazione parla il dialetto creolo ma la lingua ufficiale è l’inglese.
Il francese è altrettanto diffuso.

Clima
Mauritius e Rodrigues sono isole tropicali battute dagli Alisei provenienti da sud-est.
Non è possibile definire con precisione la stagione secca e la stagione umida.
Esistono delle differenze metereologiche fra la costa occidentale e quella orientale.
Nei mesi di gennaio e febbraio, la costa orientale è più secca rispetto a quella occidentale, che a causa dei venti, registra precipitazioni piovose.
Il periodo più caldo dell’anno va da Novembre ad Aprile, con temperature che oscillano dai 20° ai 28° nelle zone interne e dai 25° ai 33° sulla costa.
I mesi più “freddi” vanno da Maggio ad Ottobre, con temperature che variano tra i 13° e i 23° sulle alture e dai 18° ai 26° sulla costa.
Questo è il periodo migliore per visitare l’isola perché si hanno meno piogge e poca umidità.
I dati statistici relativi alle precipitazioni e alle temperature vanno considerate con prudenza: le differenze regionali sono notevoli: il nord è relativamente povero di precipitazioni, mentre le regioni più alte, Curepipe – Vacoas ed in genere le zone dell’altopiano centrale sono spesso avvolte da nuvole, la costa est è quella maggiormente esposta ai venti nel periodo che corrisponde alla nostra estate.
Per quasi tutto l’anno tutto il territorio è coperto da un tappeto verde di vegetazione.

Valuta
L’unità monetaria è la rupia mauriziana (RS) divisa in 100 centesimi (€ 1 = 40 Rupie circa).
Nessuna restrizione è imposta sull’importazione di moneta straniera, tratte bancarie, lettere di credito, chèque di viaggio.
Le più comuni carte di credito sono accettate ovunque.
Fuso orario

3 ore in più rispetto all’Italia, che diventano 2 quando da noi vige l’ora legale.
Per telefonare

La rete telefonica è moderna e permette di effettuare chiamate internazionali dirette (IDD) da ogni apparecchio, pubblico e privato.
La numerazione locale è a sette cifre e non esistono prefissi distrettuali.
Il prefisso di teleselezione internazionale è +230. Per chiamare l’Italia da Mauritius occorre anteporre lo 0039 al numero, comprensivo di identificativo di località preceduto dallo 0.
E’ possibile usufruire del servizio di roaming internazionale per telefoni GSM con qualunque gestore italiano.
In tutta l’isola la ricezione del segnale è ottimale.
Ogni cabina telefonica ha la possibilità di effettuare telefonate con carte prepagate, acquistabili in qualsiasi General Store.

Corrente elettrica
Il voltaggio è di 220/240V.
E’ conveniente munirsi di adattatore che vi consenta di utilizzare prese a due o tre lamelle piatte.

Religione
Mauritius è un incrocio di culture e religioni, frutto delle diverse ondate di immigrazioni provenienti da Europa, Africa, India e Cina.
L’induismo, il Cristianesimo, l’Islam e il Buddismo sono le religioni più praticate.
Numerosissime le feste religiose che vengono celebrate nell’arco dell’anno.

Mance
Le mance non sono un obbligo ma per un buon servizio vengono volentieri accettate (circa il 10%).

Come vestirsi
Abbigliamento informale e sportivo utile per le escursioni.
Capi più formali per la sera, pantaloni lunghi per gli uomini, soprattutto negli alberghi.
Nei mesi invernali sono consigliabili giacche leggere o pullover per le serate più fresche.
Si raccomandano occhiali da sole di buona qualità, creme solari e copricapi.

Assistenza sanitaria e supporto medico
Le strutture mediche mauriziane sono di ottimo livello, all’avanguardia e sono sia private che pubbliche.
La maggior parte delle strutture da noi proposte ha il medico residente o reperibile in pochissimo tempo.
In caso di bambini piccoli, potrete contattarci per conoscere quali di esse forniscono assistenza dedicata.
In ogni modo è importante notare che per infortuni o malattie che dovessero accadere durante il soggiorno, le prestazioni sanitarie, l’assistenza medica e l’eventuale ricovero saranno garantiti dalla Compagnia Assicuratrice alle condizioni specificate in dettaglio nel documento informativo che verrà consegnato a tutti I partecipanti unitamente ai documenti di viaggio.
La Compagnia Assicuratrice da noi prescelta, poichè particolarmente qualificata nel settore ed esperta, si avvale di una rete di operatori sanitari fiduciari e qualificati operanti nelle aree da noi programmate.
Di conseguenza, la stessa declina ogni responsabilità qualora il viaggiatore si rivolga direttamente ad altre strutture non riconosciute nella copertura sanitaria.
Raccomandiamo quindi il viaggiatore di attenersi in modo scrupoloso a quanto riportato nel documento assicurativo allegato ai documenti di viaggio.
Dobbiamo a nostra volta declinare qualsiasi responsabilità in caso di mancato rispetto di quanto indicato.

Persone con disabilità
Non sono numerose le strutture ricettive a Mauritius in grado di garantire standard sufficienti per il soggiorno di persone con disabilità.
Le strutture non dispongono di molte camere attrezzate e comunque lo standard non è paragonabile a quello europeo.
In caso di richieste per ospiti disabili, sarà comunque nostra premura rispondere ad ogni quesito.

Carte di credito
Generalmente tutte le maggiori carte di credito sono accettate dalle strutture alberghiere, dai negozi e dai ristoranti.
Le nuove carte di credito elettroniche con codici particolari non sempre sono utilizzabili.
Consigliamo vivamente di verificare con il proprio Istituto di Credito quali sono le condizioni per utilizzare la propria carta di credito anche a Mauritius.

Acquisti
A Mauritius è possibile acquistare oggetti dell’artigianato locale, parei, tovaglie.
Come in tutte le località balneari, i venditori ambulanti sono “molto insistenti” con i turisti, soprattutto lungo le spiagge.
E’ bene sapere che le conchiglie, dalle forme più varie e dai colori variopinti, sovente vengono ritirate all’arrivo in aeroporto dalla Guardia di Finanza, perchè spesso si tratta di specie protette.
Per evitare spiacevoli conseguenze (anche pecuniarie, con multe salatissime) vi consigliamo di acquistare dai venditori ambulanti, esclusivamente magliette e piccoli oggetti d’artigianato.
Severamente vietato l’acquisto di animali imbalsamati, carapaci di tartaruga e coralli.

La presenza di animali in loco, non “comuni” nella nostra quotidianità
Tralasciando la lista di splendide creature che animano le escursioni in loco e sono uno dei tesori dei luoghi da noi programmati (basti pensare alla Tartaruga gigante e dal Black Parrot di Praslin delle Seychelles, nonché dagli splendidi orici del deserto degli Emirati), focalizziamo le problematiche scaturite dalla presenza in alcune destinazioni da noi proposte, di animali che notoriamente troviamo “disgustosi”.
Le isole si caratterizzano per la rigogliosa vegetazione, che è habitat di numerose specie animali, in alcun modo pericolose per l’uomo.
E’ frequente trovare anche dentro le abitazioni il gecko, che svolge una funzione di deterrenza per la presenza di piccoli insetti, dal momento che sono sua fonte privilegiata di nutrimento; la sua presenza è palesemente discreta.
L’esistenza di un ecosistema tropicale non esclude la diffusione di piccoli ratti che ogni tanto fanno “capolino” nelle vicinanze dei Resort o degli alberghi, attratti dal calore e dalla possibilità di trovare del cibo. Gli stessi sono oggetti ad un programma di sradicamento da parte delle strutture alberghiere, grazie al ricorso massiccio a costanti opere di bonifica.
Tra le specie comuni può essere inoltre annoverata la volpe volante, un pipistrello notturno del tutto innocuo che si ciba principalmente della frutta che si trova sulle alte cime degli alberi e delle palme (soprattutto alle Maldive e alle Seychelles).
E’ possibile incontrare insetti e ragni di piccole dimensioni assolutamente non velenosi, non può essere perciò completamente esclusa la possibilità che nella propria camera possano introdursi, magari dopo aver lasciato aperta la finestra, piccolissimi insetti.
Ciò non denota una carenza nella pulizia ma è frutto dell’ambiente che circonda la maggioranza dei resort. La zanzara è diffusa soprattutto durante la stagione delle piogge ma non “frequenta” significativamente I resort dei turisti, per l’effettuazione di costanti disinfestazioni; si consiglia in ogni caso di munirsi di repellenti e di adottare le normali precauzioni già impiegate in Italia contro questo insetto.