Isole Vergini

Caneel Bay – Caraibi – Isole Vergini Americane

Categoria ufficiale: Nostro giudizio:
Laurence S. Rockefeller “scoprì” l’allora piantagione Caneel Bay sull’isola di St. John e la giungla retrostante nel 1952, durante un viaggio in barca a vela, e l’immaginò come luogo ideale per le vacanze.Ben presto iniziò i lavori che l’avrebbero trasformata in un resort di classe, il preferito dai naturalisti, uno degli alberghi più famosi dei Caraibi per la sua bellezza rigogliosa e incontaminata e le sue magnifiche 7 spiagge.

Posizione:
In una penisola privata sull’isola di St John, lambita dalle acque dal mar dei Caraibi e dell’oceano.

Spiaggia:
7, private, alcune attrezzate, altre meravigliosamente “selvagge”.

Camere:
166 camere spaziose, tutte con angolo soggiorno, patio e verande elegantemente casual, giocate su tonalità pastello e dotate di ogni comfort. Nel rispetto di una politica rigorosamente ambientalista, il Caneel Bay ha optato per la totale assenza di telefoni, televisori e mezzi elettromagnetici nelle camere. Ci sono camere posizionate direttamente sulla spiaggia o fronte mare, altre affacciate sul paesaggio tropicale del Parco, proposte in 8 tipologie diverse. Infine, il Cottage 7, la dimora privata di Rockfeller, con 5 camere e patii con le viste più belle dei Caraibi.

Ristoranti e Bar:
La ristorazione è il fiore all’occhiello del resort. Eccellente la cura e l’attenzione posta nella preparazione e nella presentazione dei menù, ovunque ricada la scelta, possibile fra 4 locali, diversi per ambientazione e per proposte gastronomiche. Scelta anche fra i Bar, prima e dopo cena. Da non perdere la Wine Room, ubicata tra le mura del XVII secolo che ospita una prestigiosa collezione di vini.

Altri Servizi
Collegamento via mare con la struttura gemella, il Little Dix Bay (a Virgin Gorda, nelle isole Vergini Britanniche), sia per soggiorni combinati, sia per gita giornaliera.
Su richiesta baby-sitting sia per le ore diurne che serali.

Sport:
Ogni attività di mare: immersioni, snorkeling, e windsurf nella zona del parco marino sotto la supervisione di personale qualificato, kayak, barca oppure pesca d’altura. 11 campi da tennis, jogging e passeggiate nel Parco Nazionale.
Fitness Center.

Benessere:
Il nuovo Self Center, che sorge sulla Honey Moon Beach, propone yoga, tai-chi, meditazione, ayurveda e massaggi.

Bambini:
Il Turtle Town, gestito da personale attento e specializzato, accoglie i bimbi e, se lo desiderano, anche I genitori, con attività ricreative, lavori manuali e proposte all’aperto.

Note:
Condé Nast Gold List 2008
2007 Top Caribbean Resort Tennis Online