Bahamas

Notizie Generali – Caraibi – Bahamas

L’arcipelago delle Isole Bahamas rappresenta una varietà complessa di ecosistemi: habitat naturale per molteplici specie di flora e fauna marina e terrestre, le Isole gratificano corpo e mente dei visitatori e regalano una qualità di vita eccezionale ai suoi abitanti. Forme di vita di ogni genere e dimensione convivono alle Isole Bahamas in perfetta armonia, ciascuna con un proprio spazio ed un proprio ruolo, e riescono a mantenere il perfetto equilibrio dei diversi ecosistemi che formano così una catena alimentare completa. Grazie a questa ricchezza naturale ed alla sensibilità per il rispetto dell’ambiente, l’arcipelago delle Isole Bahamas è stato recentemente definito da prestigiose testate internazionali un ecosistema perfetto. La barriera corallina delle Isole Bahamas è una delle meraviglie naturali del Pianeta e costituisce uno degli ecosistemi più ricchi dell’arcipelago. Le sue imponenti formazioni calcaree ospitano piante marine ed innumerevoli varietà di pesci, crostacei e molluschi. La barriera protegge, inoltre, l’intero arcipelago dalla violenza di tempeste ed uragani. La vegetazione nativa – tra cui un particolare ecosistema a mangrovie - che si sviluppa sulle sterminate distese costiere impedisce l’erosione delle spiagge, ripara dai venti ed ospita importanti specie animali, indispensabili anelli della catena alimentare dell’intero sistema. Le foreste di pini (Pineyards), che coprono buona parte della superficie terrestre dell’arcipelago come Parchi e Riserve Naturali, favoriscono la purezza dell’aria e la protezione del suolo, ed offrono rifugio alla fauna selvatica. Da sempre le Isole Bahamas prestano grande attenzione alla cura e alla difesa dell’ambiente grazie ad un sistema di Parchi Nazionali che vantano, tra l’altro, una delle più vaste reti di grotte sommerse al mondo (i Blue Holes), la più grande colonia di fenicotteri e un’importante struttura per la ricerca sulla tartaruga marina. Il Bahamas Park System comprende 25 riserve nazionali, terrestri e marine, distribuite su tutto l’arcipelago ed è gestito dal Bahamas National Park! 

Notizie Generali – Caraibi – Bahamas:
Le Bahamas sono un gruppo di oltre 700 isole. Non fanno parte dei Caraibi, ma sono molto vicine alle coste degli Stati Uniti, a circa 30 minuti di volo dalla Florida. Il sole splende con una media di 320 giorni l’anno, da cui la definizione di George Washington “le isole del giugno perenne”, e le giornate sono rinfrescate dai venti alisei. La particolarità climatica dell’isola fa sì che la vegetazione sia composta perlopiù da cactus ed arbusti, ma anche da piante particolari come il mogano delle Bahamas, e fiori coloratissimi in ogni mesedell’anno, come il mahoe blu, una forma endemica di ibisco. Caratteristica geografica di queste isole sono le “buche blu”: fosse circolari piene d’acqua che si aprono in caverne sotterranee e sottomarine in profondità. Queste isole offrono snorkeling ed immersioni spettacolari, essendo circondate da barriere coralline; l’acqua offre visibilità e temperature piacevoli durante tutto l’anno, con una ricchissima popolazione di pesci dai colori sgargianti.

Come arrivarci:
Voli dall’Italia per Miami o New York e da qui proseguimento per Nassau o Grand Bahama.

GrandBahama:
È fra le destinazioni più frequentate delle isole Bahamas. Le sue attrattive naturali, da sole, valgono il viaggio: un susseguirsi di spiagge bianchissime, costeggiate da foreste di pini molto fitti. Sull’isola, in particolare nella cittadina di Freeport, ci sono dei giardini botanici, veri e propri paradisi molto frequentati anche dai locali, con specie di piante ed arbusti provenienti da tutto il mondo. Da non perdere la possibilità di fare il bagno con i delfini.
Come arrivarci: Voli plurigiornalieri da Miami e Atlanta. Collegamenti anche da New York (La Guardia).

 
Paradise Island:
Paradise Island è un’isola da sogno, famosa per le sue bellezze naturali, spiagge, mare, parchi. Per questo è d’obbligo una visita alle spiagge di Colonial Beach, Casuarina Beach, Pirate Beach e Hartford Beach. Collegata a Nassau dall’Harbour Bridge, l’isola è una meta quasi esclusivamente turistica e sede di uno dei più prestigiosi campi da golf di tutte le Bahamas.
Come arrivare: Da Londra Heathrow con British Airways; dagli Stati Uniti collegamenti da Miami, Atlanta, Filadelfia, Fort Lauderdale, New York (aeroporto di Newark) e Orlando con svariate compagnie aeree.

Exuma:
Una lunga collana di isole (365) fra le quali numerosi cays disabitati mete ideali di escursioni.
Fowl Cay: 20 ettari di natura incontaminata. Isola privata circondata da acque dalle mille sfumature di turchese.
Come arrivare: Da Nassau con Bahamas Air oppure via Stati Uniti.


Harbour Island:
Piccola isola in stile vittoriano, con abitazioni dipinte di brillanti colori pastello, Harbour Island si trova a nord di Eleuthera e bastano 10 minuti di barca per raggiungerla. Piccola, quasi intima, offre una spiaggia rosa lunga 5 km con scorci assolutamente mozzafiato. Il villaggio, Dunmore Town, sembra essere uscito da un libro di fiabe.
Come arrivare: Voli giornalieri da Miami e Fort Lauderdale oppure da Nassau con Bahamas Air.