Madagascar

Perché andare - Madagascar


Perché andare
Cento volti contrastanti sono troppi? Certamente sì, ma non sono comunque pochi quelli che il Madagascar sa regalare. Paese intrigante, a volte capace di nascondere ciò che ha di diverso e di più vero, sempre ricco di suggestioni. Un paese che proprio per queste sue diversità, continue, stordisce il viaggiatore. Siamo in un paese che si fa amare o si fa detestare, senza vie di mezzo, senza condizioni intermedie, forse senza appello. Eppure è un'Isola che dà molto, che offe molto e che si apre a chi vuole vederla con occhi nuovi, diversi; perché le differenze non vanno solo notate ed annotate, vanno vissute con animo lieve e curioso. E' che questo sia un paese che ama i viaggiatori curiosi e che da loro si fa facilmente amare è certo. E' questo il punto: il Madagascar si dà solo ai viaggiatori veri, a quelli che non lanciano giudizi dopo uno sguardo furtivo, a quelli che sanno guardare con occhi complici. A quelli che non amano il mordi e fuggi, a quelli che sentono propri anche i luoghi degli altri. Isola complessa, come sono complessi i suoi itinerari: per coglierne lo spirito più profondo bisogna sapersi adattare ai cambi repentini di immagini e suggestioni, alla varietà e alle contraddizioni. Bisogna avere la capacità di passare da villaggi e mercati dove l'animazione è quasi frenetica, vociante, al silenzio delle spiagge isolate, delle coste; dalle lagune serene alle scogliere erose dal vento: dalle piantagioni a perdita d'occhio alle foreste lussureggianti. Un'esplosione di emozioni... Il canto delle conchiglie spostate dalle onde sulle spiagge di Tulear e la severità dei paesaggi dell'Isalo, il deserto spinoso e le foreste a galleria contornate di tamerici; la potenza dei baobab e la sontuosa delicatezza delle orchidee e le pianure verdeggianti e il mare dalle trasparenze cristalline.
Un'Africa vera, coinvolgente. Poi l'Oceano Indiano, in barca, per capire che le Seichelles non sono solo spiagge e fondali e che la più lontana, Aldabra, ha il fascino delle cose remote ancora tutte da scoprire.