Namibia

Lodge e campi tendati - Wilderness Safaris - Namibia


ONGAVA GAME RESERVE
Un cuscinetto naturale di oltre 30.000 ettari, ai confini meridionali del vasto Parco Etosha.


La Riserva
Istituita nel 1991, la Riserva Privata di Ongava, si estende su oltre 30.000 ettari ai bordi meridionali del Parco Etosha. Di fatto un cuscinetto per impedire ai leoni, leopardi e rinoceronti del parco di spingersi verso sud. Anche per questo i safari ad Ongava sono sempre molto affascinanti. L’animale simbolo della riserva è sicuramente il rinoceronte, Ongava (in lingua locale).


Little Ongava
Rappresenta la soluzione più lussuosa ed intima con soli 3 chalet, dalle dimensioni ragguardevoli, costruiti sulla cresta di una collina rocciosa per un panorama a dir poco suggestivo. Ogni suite dispone di ben 5 ambienti, 3 interni e 2 esterni finemente arredati e sia la zona giorno che la zona notte dispongono di ampie vedute panoramiche. Gli esterni si sviluppano intorno un grande patio con piscina privata panoramica e di un’intima zona di relax esterna denominata “sala”. Le attività includono fotosafari diurni e notturni nella riserva di Ongava, escursioni nel parco e passeggiate con esperti ranger del lodge.


Ongava Lodge
Lodge storico ed esclusivo completamente rinnovato con 14 chalet in muratura molto grandi con aria condizionata, ventilatore a pale, doccia interna ed esterna “panoramica” e bellissima veranda con vista sulla pozza d’acqua. Le attività includono escursioni in 4x4 all’interno del Parco Nazionale Etosha. Vi è anche una comoda piscina in una zona rialzata che offre una bellissima vista sulla piana sottostante. Possibilità di effettuare safari notturni, hides e passeggiate con esperti rangers. L’Ongava Lodge è stato menzionato sulla Gold List del magazine turistico Condè Nast.


Ongava Tented Camp
Il campo tendato di Ongava dispone di 9 tende tutte dotate di servizi privati, luce elettrica e ventilatore a pale. Il lodge è stato completamente rinnovato nel 2008, migliorando il servizio ma lasciando inalterata la sua bellezza ed unicità. I pasti sono serviti nella zona comune che si affaccia sulla pozza d’acqua, spesso visitata da molti animali. La particolare posizione e la grande presenza di animali la rendono una delle più amate e più scelte di tutta l’aerea.


Andersson Camp
Nella zona dove è più facile incontrare i rinoceronti neri, deve il suo nome ad uno dei primi esploratori che, insieme a Galton e Von Londequist, esplorarono l’Etosha tra il 1800 ed il 1900. Il campo è dotato di 20 chalet/tende con piccola veranda dove ammirare la natura circostante e con la parte centrale con la struttura in legno e le pareti in tenda ed il bagno, di forma circolare esempio di finissima architettura ecosostenibile, realizzato con blocchi di calcare bianco imbrigliati in una struttura a rete d’acciaio. La doccia è panoramica aperta sul lato ed offre un’ottima veduta della natura circostante. La zona centrale è ricavata da una vecchia fattoria che un tempo sorgeva all’interno della riserva. L’Andersson è il lodge più ecosostenibile della Namibia, per la sua costruzione non è stato usato neanche un grammo di cemento (evitando quindi l’aumento del Carbonio, principale causa dell’innalzamento della temperatura della Terra) ed il materiale per la costruzione è per il 90 % proveniente dalla riserva di Ongava e dalle aree circostanti ed è tutto naturale! Il risultato della volontà di Wilderness Safaris e de il Diamante per lo sviluppo di un turismo ecosostenibile e responsabile.


DAMARALAND
La terra che dio creò in un giorno di rabbia sembra perfettamente coniato per questa incredibile regione dagli scenari bizzarri e stupefacenti. un soggiorno di 3 notti è il minimo per apprezzarne tutte le principali attrattive, dai rari elefanti del deserto alle incredibili incisioni rupestri di twyfelfontein, sito unesco patrimonio mondiale dell’umanità.


La regione
Prende il nome dalla popolazione locale Damara e comprende tutta la regione a sud del Kaokoland compresa tra il fiume Hoanib e la strada principale che univa, ed unisce, Swakopmund a Windhoek. È una regione ricca ed affascinante dove convivono morbide due, deserto roccioso e le maggiori cime montuose della Namibia. Qui si osservano incredibili panorami: le incisioni rupestri di Twyfelfontein, il grandioso anfiteatro nel centro del quale si trova il “vingerklip”, le canne d’organo, spettacolari rocce basaltiche, la montagna bruciata, la foresta pietrificata e tanti altri siti di grande interesse. Una regione affascinante sotto tanti punti di vista a partire da quello geologico. Malgrado poi la zona si presenti semi-arida, la fauna del Damaraland è seconda solo all’Etosha. Qui si viene infatti per ammirare soprattutto gli elefanti del deserto, che hanno saputo adattarsi a condizioni climatiche a dir poco favorevoli, e i rari rinoceronti neri ma anche i Damara dik-dik, kudu, springbok, struzzi, orici ma anche zebre, giraffe e facoceri.


Damaraland Camp
Un raro esempio di coesistenza tra natura, animali ed esseri umani. Il campo è realizzato all’interno di un declivio di due colline che, unendosi, formano una valle molto suggestiva. Le 9 tende sono realizzate con stile e rialzate su una struttura palafittata. Qui gli ospiti potranno quindi vivere esperienze magiche circondati da un contesto naturalistico di grande suggestione. Situato sulla facciata nord della valle del fiume Aba Huab, affacciato a sud fronteggiando la montagna del Brandeberg, il campo offre ai suoi ospiti infiniti ed impareggiabili panorami. La nebbia del mattino, creata dall’incontro di correnti calde continentali e fredde oceaniche, provvede alla sopravvivenza delle moltissime specie floreali e agli animali della zona. Anche se la vita animale non è concentrata in un’area particolare, il Damaraland Camp è posizionato vicino al letto del fiume Huab, habitat naturale dei rari elefanti del deserto, orici, springbok, struzzi, sciacalli, proteli ed altri animali del deserto. Ultimamente si stanno avvisando anche ghepardi e leopardi. Le attività fornite dal campo sono escursioni in 4x4 e a piedi nell’area sempre accompagnati da esperti ranger. Il campo si trova
all’interno della Torra Conservancy che si estende per oltre 350.000 ettari.


Doro Nawas Camp
Bellissimo lodge che rappresenta il perfetto connubio tra stile, eleganza e spettacolarità del paesaggio. La struttura principale, appositamente dipinta del colore delle rocce circostanti, si mimetizza perfettamente con il paesaggio. I 16 chalet, davvero molto ampi, di forma circolare, hanno tetti in mokuti. I letti possono essere spostati e messi sull’ampia veranda esterna per ammirare il ricco firmamento africano. Tra le attività offerte: fotosafari alla ricerca dei rari elefanti del deserto, escursioni alle incisioni rupestri, passeggiate e trekking. Non manca la piscina e sul tetto vi è anche un potente telescopio. La cucina, davvero ottima, condivide gusti occidentali con colori e sapori locali. La Doro !Nawas Concervancy, nel cui cuore sorge l’omonimo campo, si estende per oltre 407.300 ettari.


SERRA CAFEMA e SKELETON COAST
Due delle regioni più remote e struggenti della Namibia. Paesaggi maestosi e deserti più vivi di quello che si possa pensare. Esperienze di viaggio per pochi fortunati.


La Riserva
Anche in queste remote aree della Namibia Wilderness Safaris vanta dei lodge e campi tendati di grande fascino. A partire dallo Skeleton Coast Camp, l’unico a sorgere all’interno dell’omonimo parco nazionale, a Serra Cafema, sulle rive del fiume Kunene ai confini con l’Angola.


Serra Cafema Camp
E’ uno dei campi più remoti dell’Africa, raggiungibile solo in aerei da turismo, per una delle più memorabili esperienze africane possibili. Situato all’estremo nord ovest della Namibia, sulle rive del fiume Kunene, ai confini con l’Angola, dispone di 8 chalet, recentemente rinnovati che hanno permesso a Serra Cafema di diventare parte dei prestigiosi “Premier Camp” di Wilderness Safaris, finemente arredati con pareti in tenda e legno, montate su palafitte in legno e coperte dal sempre ottimo mokuti. Gli chalet sono particolarmente spaziosi e dispongono tutti di un’ampia veranda per ammirare la natura circostante. La regione di Serra Cafema è la terra dove abita il popolo himba, forse l’ultimo vero popolo nomade africano. Oltre agli himba la bellezza di questa regione è testimoniata da ben 5 diverse realtà geologiche e morfologiche che coesistono: il deserto, con dune gialle e rosse percorribili con i fuoristrada, a piedi e in quad-bike; le montagne, di granito nero, residui dell’attività vulcanica dell’area; il fiume, il Kunene uno dei pochi perenni della Namibia ricco di vita e di fascino; le sponde del fiume, ricche di vegetazione e di animali; la costa, l’oceano Atlantico si trova a pochi km dal lodge. Il lodge dispone inoltre di una piscina, di un’area comune dove si pranza e cena, un patio panoramico che dà sul fiume, ed un piccolo bar per il relax e per gli aperitivi. Tra le attività proposte ricordiamo: fotosafari panoramici, passeggiate sulle dune, quad bike, pesca nel fiume, escursioni in motoscafo fuoribordo sul fiume, qui si potrà anche approdare sulle coste dell’Angola per conoscere altre popolazioni himba. Il fiume è ricco di coccodrilli quindi ogni escursione sarà una vera avventura. Il soggiorno prevede una formula tutto incluso, pensione completa con bevande e attività guidate con ranger locali di lingua inglese.


Skeleton Coast Camp
Si dice che nessun luogo sia meglio dello Skeleton Coast Camp per godere delle bellezze della Costa degli Scheletri la cui estensione è formata da 560 km lungo la costa atlantica da nord a sud e 60km in larghezza media. Su una superficie di 300.000 ettari, si trova il campo, racchiuso nel letto di un antico fiume, dispone di 6 tende lussuose con bagni privati e veranda panoramica. L’aria calda del deserto si incontra con quella fredda (Benguela) dell’antartico formando durante la notte una fitta nebbia che si dissolve all’alba, questa è la principale forma di sostentamento delle forme viventi della zona. Questo è il luogo più adatto per comprendere i termini: avventura, remoto e sconfinato. Un soggiorno alla scoperta di quella che, forse, è la parte più affascinante di tutta la Namibia. Le partenze avvengono due volte la settimana: il mercoledì con rientro il sabato, per l’itinerario di 4 giorni/3 notti, ed il sabato con rientro il mercoledì, per l’itinerario di 5 giorni/4 notti. Le partenze/rientri sono normalmente previsti da Windhoek ma è anche possibile da Swakopmund, Damaraland Camp, Doro Nawas, Palmwag e Okonjima. L’itinerario prevede il trasferimento con piccoli aeromobili (massimo di 20 kg per persona, in sacche morbide). Il soggiorno è in “all inclusive”, pensione completa, bevande, tutte le escursioni all’interno e sulla costa.


KULALA WILDERNESS RESERVE
40.000 ettari al confine del maestoso namib naukluft park. spazi immensi e scenari suggestivi per una delle riserve più apprezzate per il perfetto equilibrio tra natura e turismo.


La Riserva
La riserva privata di Kulala si estende su una superficie di oltre 21.000 ettari. In questa zona nidificano alcuni dei rapaci più belli della Namibia e trovano riparo orici, antilopi saltanti, proteli e sciacalli. I gechi cani la notte intonano canti sottili ed i tramonti tra le dune sono davvero unici. La riserva si snoda fra piacevoli rocce rosse e nere, letti secchi di fiumi, acacie e le interminabili dune del deserto dal colore cangiante. Ben 4 i lodge Wilderness, tutti con entrata privata al parco ed alle dune di Sossusvlei.


Little Kulala
Bellissimo lodge nel cuore del deserto del Namib. Recentemente ristrutturato, fa parte dei “Premier Camp”, le soluzioni più raffinate del portfolio Wilderness, considerato da molti una delle proprietà più “chic” e “trendy” della regione. Gli ospiti possono godere di scenari e paesaggi unici e l’esclusività di un ingresso privato per accedere al Parco. Il Little Kulala dispone di 11 chalet doppi ed una unità familiare (per 4 persone), l’arredamento interno è davvero raffinato e le piccole piscine private e lounge esterna di ogni chalet regalano un’esperienza davvero indimenticabile. Gli architetti hanno adottato uno stile molto contemporaneo con largo utilizzo di legni sbiancati e oggetti di design molto ricercati. Si può anche richiedere di allestire il letto sul tetto del cottage per ammirare il firmamento africano che qui sembra veramente essere ad un palmo dal naso. Per le giornate più calde è presente l’aria condizionata. L’area principale ospita una grande lounge, un bar, una piccola piscina che si affaccia sulle dune del deserto. Fotosafari mattutini alla scoperta delle spettacolari dune attraverso il letto asciutto del fiume Tsauchab. Vi è anche la possibilità di effettuare escursioni in mongolfiera sul deserto.


Kulala Desert Lodge
Il Kulala Desert Lodge sorge nel cuore del Deserto del Namib ed offre magnifiche vedute delle famose dune di Sossusvlei, delle spettacolari montagne e delle vaste aree aperte. Senza dubbio una delle migliori posizioni in assoluto per godere questo maestoso scenario. 16 chalet “Kulalas”, parola “oshiwambo” che significa luogo dove riposare, costruite in muratura nella parte riservata alla toilette ed in tenda per quanto riguarda la zona da letto. Vi è anche la possibilità di farsi preparare un materassino sul tetto dello chalet per godersi le notti africane. L’area principale, decorata con motivi ed opere africane, ospita una grande lounge, un bar, una piccola piscina ed una veranda che si affaccia su una pozza d’acqua, spesso visitate dagli animali e da tantissimi uccelli. Fotosafari mattutini alla scoperta delle spettacolari dune attraverso il letto asciutto del fiume Tsauchab. Vi è anche la possibilità di effettuare escursioni facoltative in mongolfiera sul deserto (da richiedere separatamente).


Kulala Wilderness Camp
Il campo si affaccia sulle distese desertiche e sulle rocce rosse. Si trova al confine del deserto del Namib ed è l’habitat di molti animali come springbok (le antilopi saltanti), orici e struzzi. Il campo è costruito al declivio di una collina, il tramonto dal deck principale è davvero spettacolare. Vi sono 10 chalet costruiti con maestria, la zona toilette è realizzata in muratura e roccia e la parte frontale in legno e tenda. Lo spettacolo offerto al mattino ed al tramonto è davvero unico e rende questo campo uno dei più belli di tutto il deserto namibiano.